Appunti sugli Europei 2020 prima di Italia-Austria

Guardare la Nazionale e' piacevole, stavolta

Di Claudio, 26/06/2021 - agg. 26/06/2021
Appunti sugli Europei 2020 prima di Italia-AustriaSono state giocate 36 delle 51 partite in programma degli Europei 2020 (o 2021), cosa abbiamo notato?

  1. Molti connazionali lo negano ancora, ma il modo tradizionale di difendere all'italiana comporta molti rischiosi strattonamenti nell'area di rigore: ricordate il rigore in Italia-Corea del Sud ai Mondiali del 2002? Ce n'erano due, di rigori, per i due attaccanti coreani abbattuti in area da Panucci e Coco. Beh, quest'anno le cose vanno molto meglio: nelle tre partite disputate finora dall'Italia mi e' parso che il solo Acerbi sia stato inquadrato mentre tirava vistosamente la maglia di un avversario.

  2. Parliamo ancora della difesa italiana: non ci sono altre squadre che, dopo aver recuperato la palla in difesa, rifiutino ostinatamente di sprecarla con passaggi senza un preciso destinatario. Con la difesa titolare (meno con i giocatori utilizzati contro il Galles), l'Italia crea una ragnatela di passaggi al limite della propria area, attirando avversari e creando spazi per i propri attaccanti. La squadra italiana mette il possesso di palla al centro della propria strategia, ma senza farne un feticcio: quel fraseggio difensivo non si trasforma, di solito, in un noioso tiki-taka a tutto campo: le corse e i cross di Spinazzola / Chiesa, o i passaggi diagonali verso Immobile / Berardi contribuiscono a rendere il gioco della Nazionale bello anche per uno spettatore neutrale. Bravo Mancini.

  3. L'arresto cardiaco di Christian Eriksen ha dimostrato l'utilità della conoscenza del "massaggio cardiaco" (rianimazione cardio-polmonare), e soprattutto ha reso evidente come sia indispensabile (anche al di fuori del calcio e dello sport in generale) la presenza di una rete di defibrillatori in Italia, in modo da non essere mai troppo lontani da un simile dispositivo.

  4. C'e' qualcosa di inusuale, nel gioco della Macedonia del Nord: per qualche minuto hanno dato una lezione di calcio offensivo all'Olanda, ma non e' quello. E' il modo in cui i centrocampisti macedoni si passavano la palla - seguendola - per linee diagonali che erano quasi orizzontali. Potrebbe esserci un'idea geniale per l'evoluzione del controllo di palla, nei 270 minuti di gioco dei macedoni...

  5. Partite memorabili: piazzare Germania, Francia e Portogallo nello stesso gruppo pareva una pessima decisione, invece ha portato a due partite (Germania-Ungheria e Francia-Portogallo) emozionanti, con sette goal e continui cambi di classifica. Nel corso di quei 90 minuti il Portogallo ha occupato il primo, secondo, terzo e quarto posto nel gruppo F. Alla fine l'Ungheria e' l'unica squadra esclusa, e c'e' di che dispiacersi: ha sorpreso la Germania con tecnica e intensità, rischiando di essere la rivelazione di questa prima fase degli Europei.

  6. In un'intervista, Lothar Matthaus ha cercato di tirare su di morale i tifosi inglesi, che danno per scontata una sconfitta contro la Germania. Ha detto "Dai, non c'e' motivo di essere cosi' negativi e pessimisti. Si deve essere ottimista per il futuro. Hanno (l'Inghilterra - ndr) giocatori fantastici che giocano nelle migliori squadre di club del mondo. Penso possano giocare molto meglio di come abbiano fatto nelle prime tre partite". Poi ha aggiunto che pero', se la partita dovesse andare ai rigori, la Germania avrebbe un vantaggio: l'enorme pressione che graverà sulle spalle della squadra inglese, viste le tante sconfitte ai rigori contro la Germania.


Argomenti: eventi, calcio, Euro 2020
Data: 26/06/2021 alle 11:26
©2021 Calcio & Affari. La riproduzione integrale di quest'articolo e' vietata.
Claudio

L'autore: Claudio

Vivo in Inghilterra, scrivo codice, faccio foto, cammino in montagna e in collina.


Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato

Domanda di verifica


Rispondi alla domanda seguente usando una sola parola, nessun numero.
Questa domanda è per verificare che tu sia umano.